Londra, come visitarla senza perdere tempo

Londra o si ama o si odia, anche se per dichiarare l’uno o l’altro sentimento bisognerebbe prima viverla, e non basta una settimana. Ma se non avete molto tempo, la si può semplicemente visitare ammirandone l’architettura, i musei ed i negozi e, se siete pronti a camminare diversi chilometri al giorno, potrete farcela in meno di una settimana. Io ci sono stata molte volte avendo dei parenti che l’hanno amata al punto da trasferirsi in pianta stabile e vi dirò cosa penso di Londra magari alla fine di questo articolo.

Ho deciso di guidarvi alla scoperta di Londra preparando un tour di 4 giorni suddiviso per zone che, secondo me, conviene vedere in una sola giornata , ma sappiate che a Londra bisogna essere pronti in ogni momento a cambiare programma per colpa delle condizioni climatiche estremamente variabili. Proprio per questo ho voluto inserire un itinerario che prevede principalmente luoghi al chiuso e potete tenerla presente in caso di una giornata di pioggia.

Ma ora, presto che è tardi!

Quartieri est, London Bridge e lungo Tamigi

Siete arrivati a Londra, e che il vostro aereo sia atterrato all’aeroporto di Stansted o a Gatwick, avrete già fatto esperienza delle enormi distanze da percorrere con treni, bus e underground (ed overground, se alloggiate nella zona nord-est della città) e proprio dalla zona est di Londra inizieremo il nostro tour.

Scendete alla stazione dei treni di Shoreditch High Street (i treni passano da diverse stazioni, le più importanti sono: Victoria, Kings Cross e Liverpool) e prendete Brick Lane; percorrendo tutta la strada in direzione sud vi imbatterete in una Londra non troppo turistica, un po’ underground, con case di mattoni rossi coperte da graffiti (tra cui qualcuno di Banksy), negozi dell’usato e di argenteria, per poi finire in un bellissimo mercato dei fiori. Lungo Brick Lane ci sono sempre bancherelle gastronomiche per tutti i gusti, ma se preferite mangiare seduti, nella vicina Commercial Street troverete tantissimi ristoranti internazionali. Questa è anche la zona più frequentata dai mussulmani di Londra, pertanto c’è la maggior concentrazione di moschee.

Percorrendo Brick Lane, con le dovute soste (non vi ruberà più di un’ora), raggiungerete la fermata della Underground Aldgate East Station, quindi prendete la metro e scendete alla fermata successiva, Tower Hill. Pochi passi ed ecco a voi il famoso Tower Bridge, da fotografare da ogni angolazione, e sulla destra la Tower of London, una delle poche strutture risalenti al medioevo ancora in piedi. La Tower od London accoglie tra le varie esposizioni, anche i gioielli delle Corona. Se volete visitarla il biglietto costa all’incirca 30£ (circa 33,40€).

Attraversate il Tower Bridge, girate a destra e passeggiate lungo il Tamigi, ammirate lo skyline della City con i suoi tipici grattacieli: a destra il 30 St Mary Axe o Gherkin (cetriolo), 20 Fenchurch Street o conosciuto anche come The Walkie-Talkie per la sua forma, infine a sinistra vedrete lo Shard. Addentrandovi nelle stradine interne potrete trovare diversi pub dall’aspetto tipicamente inglese e al Borough market in Southwark street ancora tanto street food. Proseguendo verso New Globe Walk potrete ammirare il Shakespeare’s Globe, il famoso teatro dove il drammaturgo metteva in scena le sue opere, ma tenete presente che quello che vedete è una ricostruzione dell’originale teatro elisabettiano, che bruciò nell’incendio del 1613. Accanto allo Shakespeare’s Globe vi è il Tate Modern, la galleria di arte moderna londinese che ospita mostre estemporanee e proprio di fronte è situato il Millenium Bridge, il ponte più giovane di Londra da cui poter ammirare la cupola della St. Paul Cathedral. Questo è il punto di arrivo del nostro primo giorno di visita nella città di Londra in cui avrete potuto ammirare l’incontro tra la parte antica e moderna di questa enorme città.

Rainy day – Shopping e musei

Questo tour metterà d’accordo fashion victims e appassionati di storia ed arte, basterà avere un po’ di pazienza e stare in piedi tutto il giorno. A meno che non vi troviate a Londra nei mesi di Luglio o Agosto, le probabilità che piova sono altissime e quale miglior attività se non chiudervi in splendidi musei e luccicanti negozi?

Nessuno dei due a Londra aprirà prima delle 10, prendetevi quindi tutto il tempo di fare un’abbondante colazione per poi prendere la metropolitana fino alla fermata di South Kensington. Qui, di fronte a voi, troverete il Natural History Museum che a mio parere è quanto di più bello Londra abbia da offrire. Il museo è stato costruito nel 1870 appositamente per ospitare questa immensa collezione di storia naturale: da sezioni di sequoie millenarie, all’ultimo dodo impagliato, sino ovviamente, ai fossili dei dinosauri. L’ingresso al Natural History Museum, come tutti i musei di Londra, è gratuito, ma potrete fare una piccola donazione all’entrata.

Terminata questa visita vi basterà uscire del museo e dirigervi a sinistra e dopo pochi passi arriverete al Victoria & Albert Museum, il più importante museo a livello mondiale dedicato alle arti decorative. La collezione spazia da vestiti vintage di alta moda e gioielli, a opere artistiche con disegni originali, sino all’architettura. Il museo risale al 1852, epoca in cui regnava la Regina Victoria e del principe consorte Alberto e ve lo consiglio non solo per la sua grandezza e fama, ma anche per la sua originalità che metterà d’accordo tutti i gusti.

Prendetevi ora una pausa dalla cultura, fate una fermata di metro e scendete a Knightsbridge e rilassatevi dentro Harrods il tempio dello shopping di lusso, fondato nel lontano 1849. Anche se i prezzi di questo grande magazzino di lusso sono piuttosto alti, potrete divertirvi nel reparto alimentare con un vero e proprio market con ogni genere di cibo, pasticceria compresa, provate uno dei loro deliziosi e adorabili cupcake, poi recatevi nel reparto thè e lasciatevi tentare dai molti gusti del vero thè inglese. Al quarto piano di questo grande magazzino troverete la sezione con accessori, abbigliamento e gadget firmata Harrods, ma cosa ancora più bella troverete la sezione Natale: per 12 mesi all’anno potrete immergervi in questo Christmas wonderland fatto di infinite palline di Natale, biglietti di auguri e alberi addobbati in modo spettacolare.

Per continuare lo shopping e magari mangiare ancora qualcosa, trasferitevi in Oxford Circus e da li lasciatevi trasportare dalla folla verso una delle due vie dello shopping: Oxford Street e Regent Street. Londra è una città molto cara e i vostri acquisti non saranno mai a prezzi vantaggiosi (tranne in periodo di saldi), ma ci sono diverse catene che in Italia non esistono e meritano un’occhiata: TopShop, Forever 21, John Lewis e molti altri. Rimanendo in questa zona vi imbatterete in Hamleys, il negozio di giocattoli più grande del mondo, che non piacerà solo ai bambini, ve lo garantisco!

Chiudete questa faticosa giornata con gli ultimi due musei, la National Gallery in Trafalgar Square, che raccoglie i capolavori di Van Gogh, Michelangelo, Leonardo da Vinci e tanti altri; ed infine entrate al British Museum (fermata Tottenham Court Road), il più grande museo di storia al mondo, che ospita più di 10 milioni di oggetti sulla storia e la cultura dell’umanità, tra cui la famosissima Stele di Rosetta. Anche questi due musei sono gratuiti, è quindi un motivo in più di andare a vititarli.

Vedere tutti questi luoghi in solo giorno può essere stancante, ma il mio articolo vuole essere uno spunto per voi su cosa fare a Londra nel momento in cui siate usciti senza ombrello ed iniziasse a piovere.

West London

Partiamo per la visita della parte più ad ovest di Londra dalla fermata dell’underground Westminster, dove esattamente di fronte potrete ammirare il Parlamento inglese, costruito nel XIX secolo, affacciato sul direttamente sul Tamigi. Purtroppo la visita non è libera, ma ci sono delle agenzie turistiche che organizzano dei tour appositi, come VIVI Londra. Adiacente al palazzo di Westminster c’è la costruzione forse più fotografata di Londra, l’Elizabeth Tower, più conosciuta come Big Ben, costruita nello stesso periodo del parlamento inglese. Nelle vicinanze si trova anche l’abazia di Westminster che è tranquillamente visitabile acquistando i biglietti all’ingresso o meglio on-line (prezzo 22£, circa 24€). L’abazia eretta intorno al 1050, vi stupirà con le sue navate altissime e i fiabeschi cortili interni, ma la caratteristica che forse più vi sorprenderà sono le tombe che accoglie: appena entrati nella nella navata centrale c’è la tomba del milite ignoto e poco dopo quella di Winston Churchill. Proseguendo c’è il “Poet’s Corner” dove tra le tombe troverete quella di William Shakespeare e Charles Dickens, e poi ancora le lapidi dei più grandi scienziati inglesi: Charles Darwin, Isaac Newton e ultimo, in termini di decesso, Stephen Hawking. Infine degna di nota è la sedia di Re Edoardo, il trono sul quale avvengono le incoronazioni da l066 ad oggi (o meglio fino al 1952). A proposito di Sua Maestà fatevi un selfie di fronte a Buckingham Palace, dove risiede la famiglia reale; dovete limitarvi ad osservarlo da fuori e al limite a vedere il cambio della guardia alle 11,30 del mattino. In realtà da pochi anni, soltanto nei tre mesi estivi, è possibile partecipare alla visita guidata di 19 sale, delle 661 presenti, con un biglietto acquistabile al chiosco di Green Park (prezzo 15£, circa 17€).

Nella seconda parte di questa giornata vi consiglio di recarvi ad Hyde Park, il parco più grande di Londra, attraversato da un enorme lago, prati all’inglese su cui riposarvi e sentieri da percorrere a piedi, in bici o sui pattini.

Infine potreste cogliere l’occasione di trovarvi nella zona ovest di Londra e andare a fare una camminata a Portobello Road; scendete alla fermata Notting Hill Gate ed in pochi minuti passeggerete nella parte più ricca della città, tra case dal colore pastello e colonnati bianchi, e lungo questa via troverete diversi negozi di bigiotteria e dell’usato.

Poche cose, ma lontane

Il nostro tour di Londra sta per giungere al termine, mancano ancora due importanti quartieri e il parco secondo me più bello, Regent Park. Iniziamo la giornata proprio da questo, facendo però una piccola sosta in Baker Street e andando a visitare la ricostruzione della casa di Sherlock Holmes, famoso detective creato da Arthur Conan Doyle. Da qui, in pochi minuti a piedi raggiungerete Regent Park, affollato di papere, cigni reali e simpatici scoiattoli; è un po’ più piccolo di Hyde Park, ma ci sono meno turisti e vi trasmetterà una sensazione di calma nella caotica Londra.

Per l’ora di pranzo spostatevi a Covent Garden, un angolo delizioso semi coperto con negozi di the, profumi e altro ancora. Tra i diversi punti ristoro troverete un buon ristorante, dove mangiare le classiche pie inglesi. Terminato il pranzo e la visita ai negozi potete spostarvi in Leicerster Square, una piazza che ospita artisti di strada fin dagli inizi del 1900 e sede dei principali teatri; se la passeggiata e gli spettacoli vi avesse fatto venire un po’ di fame, niente paura, in Leicerster Square è presente anche il M&M’s store.

Infine vi aspetta il tragitto più lungo per andare a Camden Town, una via in stile punk e grunge, conosciuta per tanti motivi, tra cui il famoso Camden Market e la gente eccentrica che lo frequenta. Uscendo dalla Underground di Camden Town vi trovate subito su Camden High Street ed il flusso di persone vi indicherà da quale parte si troveranno i posti più interessanti da visitare. Su Camden High Street noterete subito una vasta e alternativissima serie di negozi che, non potendo avere la vetrina per problemi di spazio e dovendo inventare qualcosa per attrarre più clienti, hanno piazzato sulla parte alta esterna dei negozi delle figure giganti come quelle che si trovano sui nostri carri di carnevale (alcune si muovono pure). Continuando la passeggiata succederà qualcosa che non vi sareste mai aspettati: vi sentirete tutto ad un tratto ad Amsterdam! Attraverserete, tramite un piccolo ponte, un canale che vi ricorderà esattamente Amsterdam, città che se già avete visitato vi ritornerà in mente in un attimo e contribuirà a fare di Camden Town un posto indimenticabile. Attraversando la piccola Amsterdam vi troverete davanti ad un altro ponte, stavolta di ferro e con la scritta “Camden Lock”: è l’ingresso di Camden Market, uno dei più famosi mercati di Londra. Fate un giro tra i negozi dove potete veramente trovare di tutto: dalle t-shirt rock e punk, ai telefoni in stile anni 70, dallo street food, a studi di piercing e tatuaggi. Questa zone merita sicuramente una visita.

Se avete seguito questo tour saranno stati 4 giorni pieni, stancanti, ma anche ricchi di scoperte. Vi ho anche tralasciato un particolare, dove mangiare a Londra; si dice che la cucina inglese non sia tra le più apprezzate, ma in realtà basta sapere soltanto quali siano i posti giusti.

Per concludere, se avete la fortuna di poter trascorrere qualche giorno in più a Londra perdetevela con più calma, oppure cogliete l’occasione per visitare dei luoghi fuori Londra, come il Castello di Windsor, gli Harry Potter Studios e altri ancora.

Per qualunque domanda, informazioni aggiuntive o semplicemente farmi sapere la vostra sulla città di Londra, lasciatemi un commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *