Colmar – La piccola Venezia francese

Se vi dicessi che Colmar è stata il luogo che ha ispirato il film Disney “La Bella e la Bestia”, non vi stupireste. Nella vita reale, Colmar è una piccola città nella regione dell’Alsazia, nel nord-est della Francia. È qui che la Francia incontra la Germania e le due culture si uniscono per creare un ambiente unico e dal sapore antico.

La regione dell’Alsazia è stata contesa tra Francia e Germania nel corso degli anni. Colmar fu conquistata dai francesi nel 1673, ma la Germania rivendicò l’intera regione dell’Alsazia nel 1871. Rimase alla Germania fino a dopo la prima guerra mondiale quando fu restituita ai francesi, poi fu temporaneamente occupata dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale. Fu l’ultima città in Francia ad essere liberata alla fine della guerra e da allora è sempre stata francese, ma non sorprende che si possa vedere un’influenza tedesca sull’architettura di Colmar.

Colmar non ha una lunga lista di musei e attrazioni da non perdere, anche se c’è il Museo Unterlinden, con la sua famosa Isenburg Alterpiece del sedicesimo secolo, il Museo Bartholdi e numerose chiese. Ma ciò che la caratterizza sono gli scorci panoramici mozzafiato e potrebbe essere necessario mettere in valigia una scheda di memoria aggiuntiva o due. Ovunque si guardi ci sono case dipinte in tonalità pastello, persiane in legno, tortuose strade acciottolate e finestre piene di fiori. Tra le case ci sono un paio di graziose boutique che vendono prodotti locali come cioccolato e vino, nonché arte e antiquariato, bar sulla riva dei canali e ristoranti con cantine nascoste.

Il centro di Colmar raggiunge l’apice della bellezza nella zona vicino al Quai de Poissoniers, soprannominata Petit Venice. Nella Piccola Venezia di Colmar troverai quella fila perfetta di case a graticcio dipinte nei toni del rosa, del giallo e dell’azzurro; alcune risalgono al XIV secolo – sopravvissute indenni alle guerre. Questo era il vecchio quartiere dei mercanti dove vivevano conciatori, macellai e pescatori e la storia racconta che i diversi colori delle facciate fossero scelti per distinguere i diversi tipi di attività commerciali.

La Petit Venice non è esattamente un luogo segreto, quindi in un pomeriggio di sole vi troverete a dover spintonare, per cogliere lo scatto perfetto. Per una diversa prospettiva dei canali è possibile fare una gita in barca, di circa 30 minuti, su imbarcazioni dal fondo piatto adeguate al basso fondale.

Molti visitatori trascorrono solo una giornata a Colmar, ma se avete tempo vale la pena restare per almeno una notte. Strasburgo è a soli 60 minuti di macchina, ovviamente passando dalla Route des Vins, così da godervi lo splendido panorama dei vigneti francesi. Colmar è anche un’ottima base per esplorare i paesi e i castelli lungo la Route des Vins dell’Alsazia, dove vengono coltivati alcuni deliziosi Riesling della zona. Ma non ultimo se vi fermerete a dormire a Colmar, al mattino presto o al tramonto avrete la Petit Venice quasi tutta per voi. Durante “l’ora blu” (le ultime luci del tramonto), con luci soffuse e riflessi perfetti nelle acque tranquille dei canali, la favola è reale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *